Face revolution spiegato dalle parole della sua ideatrice, la dott.ssa Laura Spreafico

 

• Dottoressa Spreafico, cosa intende per Face Revolution?

Face revolution racchiude in solo due parole la mia filosofia di lavoro.
Nasce da una ribellione ai prototipi stereotipati.
È un no agli zigomi sempre più gonfi, agli occhi sempre più piccoli, alle labbra sempre più voluminose.
È prendere le distanze dai volti che diventano sempre più uguali e uniformati agli altri.
È il desiderio di emancipare la scienza della chirurgia estetica ricordando alle donne che la nostra personalità è unica e va trattata con tutto il rispetto che merita.
Insomma Face revolution è il mio modo di dire da donna alle donne: non abbiate paura, potete concedervi il privilegio di essere belle in modo naturale senza che il vostro volto si trasformi in una caricatura.

• Com’è nato questo nuovo concetto?

Face revolution è il risultato di tanti anni di lavoro, nel 2014 saranno 25!
Spesso riscontravo nel volto delle persone che si rivolgevano a me una sorta di “timore della trasformazione”, un fondo di paura legato a diffusi esempi di come lo strumento in mano al chirurgo potesse modificare, anche pesantemente, i tratti caratteristici dei visi delle persone.
All’inizio pensavo ci fosse solo timore delle sostanze o delle tecnologie, ma una volta spiegato che avrei utilizzato materiali e metodi approvati e ben collaudati, mi sono resa conto che la paura maggiore era alzarsi dal lettino del medico e non riconoscersi.
Ho quindi iniziato il mio percorso verso Face Revolution ispirandomi a fotografie di volti di bellissime attrici del passato, tutt’ora appese alle pareti del mio studio, dove non c’è ombra del passaggio della mano del medico.
Dopo molti anni di trattamenti in cui la medicina si è specializzata, le aziende hanno messo a punto materiali sempre più sicuri e non invasivi, la tecnologia (per esempio nelle apparecchiature penso ai laser) ci ha permesso di riprendere la nostra vita sociale in breve tempo, sono arrivata a concludere che:
Con Face revolution si può affrontare la rivoluzione del tempo sapendo che possiamo fare qualcosa per noi rimanendo noi stesse.
Con Face revolution si può mantenere un aspetto fresco, naturale e senza incorrere in eccessi.
Con Face revolution si permette ad ogni donna di guardarsi allo specchio la mattina e trovarsi bella e sicura di sè.
Con Face revolution si lavora in modo da esaltare la femminilità e la sensualità di ciascuna, con un tocco di glamour e classe.
Con Face revolution si dice STOP a zigomi e labbra gonfie ponendo al centro le specifiche esigenze di ogni donna.
Con Face revolution voglio che le vostre amiche e i vostri mariti o compagni vi guardino ed esclamino: “Come sei bella, riposata, fresca e giovane” – e non dicano mai – “Ma cosa ti sei fatta?”

• Ho sentito che prima di fare iniezioni rivitalizzanti si può fare un test genomico, mi spiega di cosa si tratta?

Sappiamo che il DNA è fonte di preziose informazioni, oggi si diagnosticano e si improntano le terapie sulla base delle caratteristiche del genoma.
Nell’invecchiamento possiamo quindi usare come sostanze rivitalizzanti prodotti specifici per ognuno di noi.
Ad esempio, se il test indica che alla persona mancano un certo tipo di sostanze, imposterò un programma di rivitalizzazione e antiaging specifico che sarà studiato ad personam e che sarà integrato da consigli alimentari.

• Dottoressa cosa pensa dei fili di trazione?

I fili di ultima generazione sono molto validi per aiutarci a mantenere i contorni del viso.
Nascono da un’intuizione americana di ormai qualche anno fa.
All’inizio venivano posizionati solo in sala operatoria; ho avuto la grande fortuna di conoscere e lavorare con un pioniere dei fili, il dr. Isse il quale mi ha svelato la sua tecnica di applicazione dei fili, la sua visione dei legamenti del volto e il suo concetto di nuovo legamento indotto dai fili stessi.
Ho trascorso molto tempo a imparare e sperimentare questa nuova tecnica rivoluzionaria.
Ho usato i fili in sala operatoria ma oggi sono molto felice che questa tecnica sia divenuta ambulatoriale perché sono convinta che questa sia la sua collocazione più adeguata.
Oggi il materiale di cui sono fatti i fili e il sistema di ancoraggio è cambiato e la sua applicazione può essere svolta tranquillamente in ambulatorio, sempre grazie al progresso della scienza medica in questo settore.
Non è cambiata però la filosofia del loro utilizzo nė è cambiata la grande manualità necessaria per posizionarli.

• Si conoscono diversi fili di trazione, lei quali utilizza?

Tendenzialmente uso i fili americani Silhouette soft. Ho iniziato con loro e trovo molto utile il fatto che siano i coni, molto delicati, ad esercitare una trazione sui tessuti.

• Dopo quanto tempo posso riprendere la mia vita sociale dopo aver utilizzato i silhouette soft? Rimango gonfia?, ho i lividi?

Generalmente può riprendere la sua vita sociale subito dopo.
Il gonfiore è limitato e raramente compaiono i lividi.

• Il trattamento con silhouette soft, è doloroso?

Non è particolarmente doloroso. Si utilizza una leggera anestesia locale solo nei punti dove si interviene con l’ago.

• La tossina botulinica mi fa paura, ho visto alcune amiche che sembrano immobili e con lo sguardo spento

Usando la tossina con moderazione e studiando i suoi muscoli in modo accurato è possibile ottenere un miglioramento della parte alta del volto in modo naturale senza alterare i suoi lineamenti.

• Ho le rughette sopra il labbro superiore ma non voglio aumentare il volume delle labbra e non voglio avere il labbro “da papera”

Con le moderne tecniche di impianto, i materiali innovativi e i laser, possiamo spianare una zona difficile come quella del labbro bianco senza alterare l’anatomia delle labbra.

• Fa molto male trattare le labbra vero?

No, con le nuove tecniche , l’intervento sulle labbra non è affatto doloroso.

• Le mie labbra stanno diventando meno carnose ma non voglio toccarle perché ho paura che diventino troppo grosse e non voglio.

Stia tranquilla, possiamo rimodellare senza “gonfiare”.

• Il mio viso è invecchiato e il contorno della mandibola non è piú delineato ma non voglio fare chirurgia. Cosa posso fare?

Oggi è possibile utilizzare nuove tecniche di lifting ambulatoriale senza incisioni quindi senza cicatrici.

• Cosa posso fare per ringiovanire il collo?

Ci sono tecniche ambulatoriali che possono donare freschezza e risollevare il collo.